Le cause dell'infertilità

Si definisce infertilità quella condizione per cui dopo un anno di rapporti sessuali non protetti una coppia non riesce ad avere un figlio. Viceversa le coppie normali mediamente riescono ad iniziare una gravidanza dopo 2-3 mesi di rapporti sessuali.

L’ infertilità colpisce fino al 20% delle coppie in età fertile. Questo fenomeno sembra essere in aumento sia per la decisione di rinviare la gravidanza, sia per la diminuzione delle potenzialità riproduttive in età avanzata. 

Frequenza e "timing" rapporti

Molte coppie con problemi di infertilità pensano di fare qualcosa di sbagliato. Uno dei primi fattori da valutare è se la coppia ha rapporti durante il periodo fertile femminile, oppure no. Se una donna ha un ciclo mestruale regolare con il mestruo ogni quarta settimana, l'ovulazione avrà luogo probabilmente il 13° o 14° giorno del ciclo che inizia il primo giorno dell'ultima mestruazione. Le probabilità di concepimento sono ottimali 1 o 2 giorni prima. Gli spermatozoi sopravvivono nel tratto riproduttivo femminile per almeno due giorni, e ciò significa che avere uno o due rapporti durante il periodo dell'ovulazione è più che sufficiente sotto il profilo riproduttivo.

Errata interpretazione periodo fertile

Ogni donna è un caso a sé, anche se l'ovulazione avviene "normalmente" il 13° o 14° giorno del ciclo. Infatti nelle donne che hanno un ciclo irregolare, l'ovulazione può avvenire in giorni assai diversi persino poco dopo il flusso e per questo è importante determinare l'ovulazione di ciascun singolo mese ricorrendo ai sistemi di previsione dell'ovulazione. Il diagramma della temperatura basale è uno dei più diffusi, ma spesso quando la temperatura sale l'ovulazione è già avvenuta.

Il ciclo femminile

Le premesse all’inizio di una nuova vita sono, nella donna il ciclo ovulatorio, e  nell’ambito della coppia, il rapporto tra questo ciclo e la funzione degli spermatozoi. É cruciale sapere che il ciclo ovulatorio si compone di due fasi. La prima riguarda lo sviluppo del follicolo ovarico ed ha una durata molto variabile (tra 11 e 31 giorni, più frequentemente 14 giorni), inizia con la mestruazione e termina con l’ovulazione cioè con l’apertura del follicolo ovarico e la fuoriuscita dell’ovulo dal suo interno. La seconda fase ha una durata fissa di 14 giorni, inizia con l’ovulazione e termina con la mestruazione successiva).

Anoressia e infertilità

Per una donna con problemi pregressi di anoressia, è più difficile il raggiungimento di una gravidanza. Nella maggior parte dei casi i criteri standard per diagnosticare l’anoressia nervosa sono diverse: