Il decalogo della fiducia

DECALOGO di “FERTILITA’ Onlus” per la scelta di un Centro di Fecondazione Assistita

Ma come si fa a scegliere bene un Centro di Fecondazione Assistita al quale affidarsi?

Consiglio dell’amica? (forse a lei è andata bene per caso)

Consiglio del ginecologo ? (siamo sicuri che è davvero esperto in materia e disinteressato?)

Sito internet? (siamo sicuri che quanto dichiarato corrisponde alla verità?)

Sulla base della grande esperienza dei nostri consulenti  è stato possibile stilare dall’interno del sistema  stesso 10 raccomandazioni pratiche  e, pertanto,  un vero e proprio decalogo. Pensiamo che sarà utilissimo per le coppie che si accingono a scegliere per la prima volta un Centro al quale affidare la propria salute riproduttiva oppure a cambiarlo per vari motivi.

Una coppia, infatti, normalmente non ha la possibilità di valutare tecnicamente se il lavoro svolto o dichiarato da un centro è di buon livello per la semplice ragione che si occupa di altre cose nella vita e la PMA rappresenta una branca molto specialistica che spesso neanche un semplice  ginecologo è in grado di comprendere nei dettagli (ma proprio i dettagli, invece,  possono fare la differenza).

Pertanto esistono  segnali indiretti  di affidabilità, serietà e professionalità di un centro e della  equipe che tutti sono in grado di riconoscere.

In pratica bisogna farsi guidare molto dalle sensazioni personali e fare alcune semplici verifiche che qui elencate e spiegheremo. 

  • VERIFICARE CHE IL RESPONSABILE DEL CENTRO SIA SEMPRE DISPONIBILE
  • VEDERE SE LA PERSONALIZZAZIONE DEL TRATTAMENTO VIENE ATTUATA
  • VERIFICARE CHE IL CENTRO POSSA LAVORARE ANCHE SABATO E FESTIVI
  • PERCEPIRE SE GLI OPERATORI FANNO CON PIACERE IL PROPRIO LAVORO
  • SENTIRE CHE SI E’ ASCOLTATI (COMPRESO IL PARTNER MASCHILE)
  • VERIFICARE CHE LE VOSTRE DOMANDE ABBIANO RISPOSTE CHIARE E COERENTI
  • CAPIRE QUANTE GRAVIDANZE MEDIAMENTE HA IL CENTRO (ALMENO 20%)
  • VEDERE SE GLI ALTRI PAZIENTI IN CURA SI SENTONO SODDISFATTI
  • VALUTARE BENE COSA DICE E PROPONE IL CENTRO DOPO UN FALLIMENTO
  • ACCERTARSI CHE L’ESPERIENZA DI CHI FA I PICK UP E I TRANSFER SIA DI ALMENO 3 ANNI

Nelle prossime puntate svilupperemo uno per uno i 10 punti del Decalogo e vi invitiamo a commentarli perché il vostro parere e le vostre esperienze sono preziose

Ecco il decalogo stilato dai nostri consulenti con una spiegazione dettagliata per ogni punto. 

  • Il Responsabile del Centro, appunto perché responsabile, dovrebbe essere di facile reperibilità. Il fatto che lo sia indica che lui davvero si prende cura dei pazienti e non fa solo il manager o il giramondo. Provate ogni tanto a cercarlo e mettetelo alla prova sulla sua reale disponibilità e qualità delle sue risposte alle vostre domande. Non può essere che lo vediate solo al primo colloquio (a volte neanche al primo colloquio) e poi sparisca. Specie in caso di fallimento è lui che deve dare spiegazioni convincenti di cosa può non essere andato e di possibili piani alternativi